Fisioterapia Respiratoria

Il termine Fisioterapia Respiratoria indica un gruppo di trattamenti progettati per migliorare l’efficienza respiratoria, promuovere l’espansione polmonare, rinforzare i muscoli respiratori ed eliminare le secrezioni dall’apparato respiratorio.

L’obiettivo è di aiutare i pazienti a respirare più liberamente in modo da rendere disponibile al corpo una maggior quantità di ossigeno.

La fisioterapia respiratoria si avvale di una serie di tecniche: drenaggio posturale, percussioni, vibrazioni, posture, esercizi di respirazione profonda e tosse assistita. In alcuni casi tali tecniche manuali possono essere supportate da altri trattamenti come, aspirazione endotracheale, aerosol o farmaci che facilitino l’espettorazione.

Le persone che possono trarre maggior vantaggio da questo tipo di trattamenti sono coloro che hanno, in linea generale, una difficoltà ad espettorare secrezioni per i motivi più vari, come ad esempio:

  • fibrosi cistica;
  • patologie neuromuscolari come la sindrome di Guillain-Barrè;
  • myasthenia gravis;
  • bronchite;
  • broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO);
  • enfisema polmonare;
  • distrofia muscolare;
  • coloro che sono costretti all’immobilità per lunghi periodi;
  • tutti coloro che vengono sottoposti ad intervento chirurgico di qualsiasi tipo, sia in fase pre- sia post-operatoria.

La fisioterapia respiratoria diventa, invece, veramente indispensabile in tutti i casi di intervento chirurgico al torace (cuore, polmone): un buon intervento riabilitativo post-chirurgico può abbattere di molto i tempi di recupero e ridurre notevolmente il rischio di complicazioni respiratorie post-operatorie (atelettasie, infezioni batteriche).

Niente è più semplice ed automatico del respiro, ma niente è più difficile che cercare di cambiare modo di respirare.

 

Origini della Fisioterapia Respiratoria

Inizialmente concepite negli Stati Uniti per il recupero dei soldati feriti al torace, è dagli inizi del ’900 che vengono usati nella pratica clinica nei casi di lesioni pleuriche, polmonari e diaframmatiche. Vengono descritti in letteratura esercizi respiratori e posture cui, in genere, vengono associate percussioni e vibrazioni manuali, allo scopo di favorire la rimozione e l’espettorazione delle secrezioni bronchiali in eccesso e migliorare l’efficienza della respirazione.